domenica 30 marzo 2014

fata sfatata

notte di luna incerta, abbracci stanchi e lividi, riappari come perla sul mio collo, opaco e inerte: sei tu,mio enigma perenne, come una fata senza magia e senza candore

Nessun commento:

Posta un commento